backup smartphone android

Effettuare il backup di un dispositivo Android

Hai bisogno di effettuare un backup del tuo smartphone per salvare i tuoi dati ma non sai come fare?
Con questa guida ti illustreremo vari metodi per effettuare questa operazione, sia per i più pratici del mondo android sia per chi non se ne intende. Prima di tutto chiariamo il concetto di backup, questo è un procedimento che permette di mettere al sicuro tutti i dati presenti sul cellulare (messaggi, email, rubrica, ecc). Per fare ciò è possibile usare l’impostazione standard presente sul cellulare per effettuare il backup oppure utilizzare applicazioni che permettono di effettuare questa operazione in tutta sicurezza.

Un metodo ottimale per effettuare il backup è servirsi del proprio account google: la procedura è molto semplice, è necessario mettere la spunta blu su backup dati personali dal menù account presente sulla piattaforma, e i dati verranno salvati online e saranno disponibili e reperibili in qualsiasi momento per un futuro utilizzo, con un sempice accesso al proprio account.

Un altro modo è utilizzare il software gestionale del proprio smartphone che permette oltre a salvare i propri dati personali sul pc ed aggiornare il firmware anche di effettuare il backup.

Qui ecco la lista dei gestionali delle principali marche di cellulari:
Samsung: kies;
HTC: Sync manager;
LG: pc suite;
Motorola: device manager;
Sony: pc companion;
Huawei: Hisuite;

Come ultima alternativa, proponiamo l’applicazione SMSbackup+, scaricabile dal Play Store, questa permette però di conservare unicamente i propri messaggi, infatti quest’app si sincronizza automaticamente all’account di google e crea una cartella in cui saranno contenuti tutti gli sms.

Questi sono solo alcuni dei metodi utilizzabili per effettuare una copia sicura dei propri dati personali, infatti è anche possibile per chi non ha voglia di installare applicazioni e compiere noiosi accessi, collegare il proprio smartphone ad un pc con un cavo USB, ed effettuare una copia totale di tutti i file presenti sul proprio dispositivo. Unica pecca è la riorganizzazione dei dati che dovrà essere svolta manualmente.

 

Leave a Replay

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*